Asia

Uluwatu, tempio a strapiombo sull’oceano indiano

Come vi avevo accennato, oggi vi parlerò di uno dei templi più belli che ho visto a Bali, il tempio di Uluwatu.

Un tempio a strapiombo sulla scogliera, la sua creazione risale addirittura all’XI secolo.

Vi devo dire una cosa fondamentale, parlandovi per la prima volta di un tempio, ci sono delle regole che ti permettono di entrare o meno.

Le regole sono molto molto semplici e non è difficile seguirle: in

primis le donne non possono indossare abiti troppo corti o shorts, infatti  in molte foto mi vedrete con una specie di pareo, che in alcune foto sembra addirittura un vestito, questo si chiama sarong, si può comprare ovunque nei mercatini per strada o all’ingresso dei vari templi, in questo tempio in particolare lo danno in prestito all’ingresso, io ad esempio avevo il mio sarong e mi hanno dato una fascia arancione da legare alla vita, alcuni invece non lo avevano e quindi hanno preso il sarong lungo e la fascia da legare in vita, in questo tempio, infatti lo devono indossare anche gli uomini, a meno che essi non portino pantaloni lunghi alla caviglia.

Un’altra regola fondamentale è che durante il periodo del ciclo le donne non possono entrare perché sono considerate delle peccatrici. In questo tempio in particolare, come nella foresta delle scimmie, è necessario rispettare le regole di convivenza con esse, come ad esempio evitare di indossare oggetti brillanti o cappelli vistosi perché si rischia di essere presi di mira, infatti in questo tempio ce ne sono  tantissime.

 Vi spiego brevemente com’è organizzato il tempio: all’ingresso troviamo una piccola foresta che circonda tutta l’area, che è molto vasta, essa si estende lungo tutta la scogliera, partendo dall’ingresso si arriva in una piazzetta centrale e da qui si può scegliere se andare a destra o a sinistra, andando verso destra si passa attraverso un sentiero a strapiombo sul mare, invece verso sinistra si arriva alla parte più antica del tempio, che è il classico tempio balinese alto e dorato, ma questa è un’area sacra quindi l’ingresso è permesso solo ai sacerdoti e ad i fedeli induisti.

I posti di cui vi ho parlato negli ultimi due articoli si trovano a Jimbaran, a sud di Bali, a pochi chilometri di distanza l’uno dall’altro, quindi il fatto che ci siano le scimmie è una particolarità proprio di questa zona. Uluwatu è un tempio bellissimo e la vista che possiamo ammirare da lì è molto rilassante, si trova talmente in alto da poter avere una visuale completa su tutto l’oceano. Possiamo vedere il contrasto tra il verde della foresta, il blu profondo dell’oceano e la spiaggia nerissima.

           

 

 

 

 

 

 

Giulia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *