One day you'll leave this world behind so live a life you will remember

Parco Lavino

Parco Lavino

Eccomi dopo ben due settimane, sono stati giorni molto impegnativi, ma alla fine ce l’ho fatta a tornare! Come vi ho già detto ho dovuto finire di scrivere la tesi, ora è completa, manca solo la correzione del professore e poi si va a stampare il tutto, non vedo l’ora!!😍

Oggi vorrei parlarvi del mio caro Abruzzo, non vi ho mai raccontato niente della mia regione, ma ho tantissime foto da farvi vedere e tantissimi luoghi di cui parlarvi, uno di questi lo visiterò proprio in questi giorni, quindi vi parlerò di nuovo e molto spesso della mia bellissima, e sottovalutata, regione. Comunque concentriamoci su quello che vi voglio raccontare oggi.

Dal 1987 area naturale protetta d’Abruzzo, questo parco è attraversato dal fiume Lavino che forma tanti laghetti di acqua sulfurea di un magnifico colore tra l’azzurro e il verde acqua, sparsi lungo tutta l’area del parco che occupa circa 40 ettari. Questo fiume parte dal Vallone di Santo Spirito, sulla Majella, per poi immettersi nel fiume Pescara. Le sue acque prendono queste bellissime sfumature grazie alla presenza di particolari alghe e solfati disciolti con una vegetazione varia e ricca. Infatti già nelle vicinanze del parco si sente uno strano odore dovuto proprio alle sue acque sulfuree.

Per le persone del posto è molto comune passare qui qualche giornata estiva per rinfrescarsi un po’, ma soprattutto è tradizione andare in questo parco a mangiare arrosticini (che spero TUTTI conosciate) e giocare con gli amici durante festività come pasquetta e ferragosto. Inoltre durante queste festività è possibile che gli arrosticini e le pizze fritte vengano vendute proprio all’interno del parco, probabilmente, da alcuni volontari che si occupano di cucinare, infatti, all’ingresso c’è una casetta adibita a chioschetto, che è aperta solamente nelle giornate di festa.

Il parco è attrezzato: ci sono servizi pubblici, panchine e giochi per bambini. È una meraviglia, quando c’è poca gente, stare lì a rilassarsi ascoltando il rumore del fiume e i versi dei tantissimi uccelli presenti.

    

 

Si trova a pochi chilometri da Scafa, nella frazione di Decontra. Si può raggiungere tramite l’autostrada A 25, Pescara – Roma, con direzione Roma. Si prende l’uscita Alanno/Scafa per poi prendere la Tiburtina con direzione Scafa. Una volta arrivati a Scafa basta seguire le indicazioni che portano direttamente a questo bellissimo parco.

Presto vi parlerò di nuovo dell’Abruzzo e soprattutto cercherò di essere più costante con gli articoli, anche perché devo raccontarvi tantissime cose!

Giulia🌊

Social 🌊


9 thoughts on “Parco Lavino”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *