One day you'll leave this world behind so live a life you will remember

Florence in Love II

Florence in Love II

Eccomi tornata con la serie di Firenze dopo più di un mese che sono tornata, che bello dover scrivere la tesi per tutta l’estate 😒

Giorno 2

Eccoci al secondo giorno nella stupenda Firenze. Nell’articolo precedente, che potete trovare qui, vi ho parlato di cosa abbiamo fatto quando siamo arrivati. Non abbiamo avuto molto tempo quel giorno perché siamo arrivati alle 14:30, ma il giorno dopo lo abbiamo sfruttato al cento per cento.

Abbiamo visitato la Chiesa di San Marco che si trova proprio vicino al nostro b&b, inoltre accanto alla chiesa c’è un museo citato tra i musei gratis aperti durante la prima domenica del mese… beh quella domenica, sei agosto, era chiuso. Quindi abbiamo saltato quel museo e ci siamo diretti a Palazzo Davanzati, dove si può trovare il Museo della Casa fiorentina. La costruzione di questo palazzo risale circa al 1300 e nel 1578 fu acquistato dal mercante mecenate, Bernardo Davanzati. Il museo è caratterizzato da pareti affrescate, scale maestose e ricostruisce perfettamente la vita quotidiana dell’epoca. La facciata del Palazzo ci fa subito entrare in un’altra epoca, sembra quasi una torre medievale. Al piano terra possiamo trovare un loggiato aperto che porta al cortile interno. Ho adorato questo museo perché sembra di essere davvero in un’altra epoca e sembra che tu sia il protagonista, è bello vedere i mobili che custodiscono i piatti antichi e le tavole allestite come si usava all’epoca. I colori del palazzo sono bellissimi, alcune stanze hanno delle pareti magnifiche, per esempio una sala ha le pareti tutte blu con disegni dorati. L’unica cosa che mi è dispiaciuta è stata che abbiamo perso tempo per andare al museo San Marco, chiuso, e siamo arrivati tardi per salire al terzo piano che mi hanno detto tutti che dev’essere magnifico.

 

 

Poi da lì ci siamo spostati e siamo andati a vedere Ponte Vecchio, di cui mi sono innamorata e Palazzo Vecchio, purtroppo abbiamo fatto lo sbaglio di andare la prima domenica del mese pensando di poter girare tutta la città e i musei, ma c’era veramente troppa fila in ogni museo o chiesa, quindi abbiamo dovuto evitare anche di entrare a Palazzo Vecchio perché avremmo perso tutta la giornata.

  

Passeggiando siamo entrati al Disney store e ci siamo imbattuti nella Chiesa di San Filippo Neri e poi siamo entrati nel Museo del Bargello, che si trova nel centro storico di Firenze. La sua costruzione iniziò nel 1255 e dopo aver ospitato il capitano del popolo, il podestà ed il consiglio di giustizia nel 1574 divenne la sede del capitano di giustizia, infatti fu utilizzato come carcere per circa tre secoli.
Il cortile interno è veramente stupendo, pieno di archi ed  i suoi muri sono ricoperti da dozzine di scudi dei vari Podestà e Giudici di Ruota, da qui una scala ci porta al primo piano da dove, percorrendo un loggia, si può entrare in una stanza del museo.

 

Dal 1859 nel palazzo si trova il Museo Nazionale dove si trovano molte sculture del Rinascimento ed alcune opere di artisti minori, tra gli artisti che ricordiamo ci sono Donatello, Luca della Robbia, Verrocchio, Michelangelo e Cellini. Nel museo possiamo trovare anche collezioni di bronzi, maioliche, cere, smalti, medaglie, sigilli, avori, arazzi, mobili e tessuti provenienti dalle collezioni del Medici ed alcuni oggetti di collezioni private.

Noi siamo stati molto fortunati a trovare la mostra La fabbrica della bellezza: le statue di Ginori in mostra al museo del Bargello. È veramente una mostra che merita tantissimo, ma purtroppo non si possono fare foto.

Dopo aver visto questo splendido museo siamo andati a visitare i giardini di Boboli da cui è possibile ammirare tutta la città. Sono immensi, dopo aver terminato il giro si può ammirare un edificio chiamato grotta, che è veramente imponente, inoltre si trovano proprio dietro a Palazzo Pitti, infatti per arrivare ai giardini si deve passare nel palazzo, purtroppo noi non abbiamo fatto in tempo a visitarlo perché i musei chiudono molto presto.

Per finire siamo passati per Ponte Vecchio per tornare al nostro b & b e ci siamo fermati a vedere la statua del porcellino. La statua di un cinghiale che sembra che se lo accarezzi porti fortuna, si trova accanto al mercato generale di Firenze.
La sera abbiamo mangiato in una bellissima osteria vicino al mercato Osteria Pepò, non vi dico che cibo magnifico che abbiamo mangiato. Poi, dopo cena, abbiamo fatto una passeggiata al duomo, che di notte è imperdibile. Per non di Piazza della Repubblica, che con la sua tipica giostra illuminata è spettacolare.

 

Firenze mi è piaciuta molto e ve la consiglio al cento per cento. Spero di far uscire la nuova ed ultima “puntata” la settimana prossima.

Fatemi sapere che ne pensate e se ci siete stati💗
Giulia🌊

 

Social 🌊


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *