One day you'll leave this world behind so live a life you will remember

Barcelona gran amor

Barcelona gran amor

Finalmente sono pronta per scrivere del bellissimo viaggio fatto a Barcellona…e chissà che prima o poi non riprenderò a parlare anche del mio caro Abruzzo, (ragione, al 90% per cui è nato questo blog).

So che dovrei essere più presente, anche su instagram, ma ho sempre tantissime idee e cose da fare che mi perdo, infatti, come saprete, se mi seguite su ig, ora ho ricominciato a leggere la saga di Harry Potter...ebbene sì, dopo tutto questo tempo.
Ah, e giustamente dato che non ho nulla da fare, ho iniziato a ristudiare francese…eh vabbè, poi mi lamento che non ho tempo!

Comunque non perdiamoci in chiacchiere e cominciamo a parlare immediatamente di quello che è stato uno dei posti più belli che abbia mai visto. Barcellona. Come penso saprete sono stata in Spagna cinque mesi e non potevo assolutamente perdermi questa città, che è il mio sogno sin da quando ero piccola. Ricordo che quando studiavo storia dell’arte e si parlava dell’arte di Gaudì mi esplodeva il cuore e vederla tutta davanti ai miei occhi mi ha fatto quasi piangere.

È stato un viaggio bello e pieno di scoperte, è durato 10 giorni, quindi credo che farò circa 3 post, (come ho fatto per i 10 giorni a Bali…anche se in realtà per Bali ne ho scritti cinque…😂) e diciamo che, tutto sommato, è stato abbastanza economico, infatti ora vi parlerò anche dei costi ecc.
È passato tanto tempo quindi spero di ricordarmi tutti i prezzi e tutti i nomi dei posti che ho visto.
Cominciamo dal volo e dalla casa: i miei sono partiti da Roma e, tramite agenzia, hanno pagato 175 euro a persona di viaggio andata e ritorno. Io, invece, sono partita da Vigo, pagando circa 40 euro solo andata, (vi ricordo che ci siamo stati durante il periodo di Natale, dal 23 dicembre al 2 gennaio).

Abbiamo alloggiato in un appartamento abbastanza grande, comodo, confortevole e molto pulito, in una traversa della Rambla (Carrer d’En Robador) e pagando solo 852 euro in 3, per 10 giorni, in pratica 28 euro a notte, a persona. Se volete il link dell’appartamento chiedetemelo in privato e se volete approfittare dello sconto dato dal mio link airbnb eccolo qui -> www.airbnb.it/c/giuliai858.


Da premettere che, come ormai saprete, io viaggio sempre con booking, questa volta non l’ho utilizzato perché l’appartamento l’abbiamo prenotato all’ultimo momento e su booking non abbiamo trovato nulla che rispettasse le nostre esigenze.

Chiuso il capitolo volo e alloggio devo dire che Barcellona è una città abbastanza economica in generale, se si sta un po’ attenti a come muoversi. Noi abbiamo mangiato molto spesso in un locale sulla Rambla che aveva il menù fisso e con circa 7/8 euro a persona cenavamo abbondantemente, si chiama Taller de Tapas e lo stra consiglio.

 

Inoltre abbiamo fatto la Barcelona card: 60 euro a persona, durata di 5 giorni, (ovviamente, potete scegliere anche card più economiche che, però, durano meno giorni), tutti i mezzi di trasporto pubblici gratuiti al 100%, cosa molto utile per spostarsi nelle parti più esterne della città, (Barcellona è percorribile benissimo a piedi, ma ci sono alcune zone un po’ troppo lontane che necessitano i mezzi di trasporto), più un’infinità di musei ed eventi gratuiti e alcuni

scontati anche del 70%, altri musei scontati di qualche euro, ma credo che sia stata un’ottima idea spendere quei soldi per risparmiarne moltissimi altri (ovviamente le cose più importanti come Sagrada Famila, La Pedrera e casa Battlò avevano pochissimo sconto). Dato che siamo stati lì dieci giorni abbiamo fatto cominciare la card il 27 dicembre ed è scaduta il 31 a mezzanotte.

I primi 4 giorni che siamo stati lì abbiamo dato un’occhiata in giro, tanto da scoprire la prima sera la Cattedrale di Barcellona, veramente stupenda, dove poi abbiamo passato anche la notte tra il 24 e il 25. Siamo passati di fronte ad un ristorante stupendo, El Nacional, che è una specie di insieme di ristoranti.

La mattina del 24, invece, siamo stati in una delle caffetterie più belle, Pudding Café. Al suo interno è ricreato, in piccolo, il mondo di Harry Potter. Su una parete c’è una rappresentazione di Hogwarts, e al suo interno si possono trovare gufi, libri, piante e la “sala grande” con le varie case, immancabile per un vero potterhead. Da lì siamo poi passati ad un centro commerciale vicino ed enorme dove, per il periodo natalizio, c’era un’enorme casa di Babbo Natale nella quale si poteva entrare.

 

    

 

Il 25 siamo passati di fronte a Casa Battlò e alla Sagrada familia, e mi stava esplodendo il cuore.Poi ci siamo diretti verso l’Arc de Triomf e quindi al Parc de la Ciutadella che, purtroppo, abbiamo visto solo di notte. E per terminare la bellissima giornata di Natale trascorsa, tre buoni churros con cioccolata calda, in una pasticceria/gelateria troppo buona, che si trova vicino la Rambla, Gelatiamodi cui siamo diventati clienti fissi, nonostante il freddo pungente.
Il 26 dicembre l’abbiamo passato girovagando per la città senza una meta precisa dato che tutte le cose che volevamo vedere erano comprese nella Barcelona Card quindi abbiamo aspettato il 27 per cominciare il vero e proprio giro turistico. In realtà dalle foto risulta che
il 26 siamo andati lontanissimo e, se non ricordo male, tutto a piedi per arrivare finalmente a Plaza Espanya e salire sulla terrazza del centro commerciale Arenas, da dove si vede tutto, una vista magnifica, vi raccomando proprio di salirci se vi ci trovate. Abbiamo pranzato in uno dei ristorantini che si trova al piano terra del centro commerciale, sempre il solito prezzo, circa 7 euro per un panino enorme… al pollo, ovviamente, non mi smentisco mai!😂
Poi, non essendo abbastanza stanchi abbiamo deciso di arrivare alla torre delle telecomunicazioni di Montjuic, un paesaggio stupendo da dove si vede tutta la città. Davvero impressionante, la strada è lunga e quel giorno tirava un vento fortissimo, ma la vista ha ripagato tutto.

 

 

 

A breve vi racconterò di come abbiamo sfruttato la Barcelona Card e di come mi sono innamorata profondamente di questa città.

🌊

Social 🌊


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *