Eventi,  Regno Unito

Remembrance day, il giorno della memoria?

Avevo iniziato cercando di pubblicare eventi ogni lunedì, però questa idea si è affievolita mentre scrivevo i vari articoli. L’idea è molto interessante secondo me, ma fondamentalmente se non vivi qui a cosa ti serve sapere degli eventi che si terranno ogni settimana?
Quindi ho cercato di sviluppare questa idea in maniera trasversale; vi parlerò comunque degli eventi che ci sono, ma sotto il punto di vista storico, se così possiamo dire.
Vi ho parlato di Guy Fawkes e di Halloween e come non parlarvi di un evento che si è svolto durante tutto questo fine settimana?

Che cos’è il Remembrance Day?

La commemorazione della fine della prima guerra mondiale e di tutte le altre guerre. Si osserva l’11 Novembre poiché, in questa data, nel 1918 terminò la prima guerra mondiale. Fu istituito da Giorgio V del Regno Unito nel 1919 ed è dedicato soprattutto a tutte le forze armate che morirono durante il conflitto.

Il 10 novembre, alla Torre di Londra c’è stata l’accensione di centinaia di torce per ricorda i caduti durante la prima guerra mondiale.
Avrei voluto tanto partecipare ma, prima di tutto, pioveva tantissimo e secondo ho dovuto lavorare! Comunque è da tanto tempo che Londra si è riempita di papaveri e io avevo intuito che fosse per questa giornata, ma non ne sapevo il motivo reale. Oggi, alla fine, mi sono informata proprio perché volevo scrivere un bell’articolo interessante anche dal punto di vista storico.

Il Remembrance Day ufficiale si celebra a Londra, come in tutti gli altri paesi del vecchio impero britannico, oggi Commonwealth, in alcuni paesi europei (Francia e Belgio), ma anche in USA e Germania, dove i festeggiamenti sono meno evidenti. Ora mi spiego meglio.
In Inghilterra, Canada, Sud Africa, Australia e Nuova Zelanda si compiono due minuti di silenzio alle 11 dell 11 Novembre perché in quel momento l’armistizio divenne effettivo. Prima della seconda guerra mondiale si compiva un solo minuto di silenzio, sono aumentati a due dopo il 1945.

In Regno Unito

Qui l’11 novembre si osservano due minuti di silenzio e nella domenica più vicina a questa data, chiamata Remembrance Sunday, in tutto il Regno Unito, si tengono cerimonie presso i monumenti di guerra. Si depongono corone di fiori, un trombettiere suona “The Last Post”, si osservano due minuti di silenzio, alla fine dei quali un trombettiere suona “Reveille”. Durante le funzioni religiose della giornata vengono osservati sempre uno o due minuti di silenzio.
La commemorazione più importante è quella di Whitehall, a Londra, alla quale presenziano anche la regina, il primo ministro e altri politi o rappresentanti militari che incontrano i veterani di guerra. In questa giornate essi depongono corone di papaveri al Cenotafio (monumento sepolcrale che si erige per ricorda una o più persone sepolte altrove. Deriva dal greco e significa tomba vuota) di Whitehall.

Ma perché i papaveri?

Londra è invasa da papaveri, ovunque ci sono raffigurazioni di papaveri, sulle vetrate degli uffici, in metro, sugli autobus. Ovunque, ma perché?
Un ufficiale medico canadese John McCrae scrisse la poesia In Flanders Fields (Nei campi di Fiandra), poco dopo aver perso un amico in battaglia nelle Fiandre. Fu ispirato dalla vista dei papaveri che crescevano sul campo di battaglia e per questo motivo, dopo la prima guerra mondiale, venne preso come simbolo il papavero. Il rosso, infatti, è adattissimo per rappresentare lo spargimento di sangue avvenuto.

La poesia ispirò un Moina Michael, a creare e vendere papaveri di seta, i quali erano portati in Inghilterra da una donna francese, Anna Guérin. La Royal British Legion ordinò 9 milioni di questi papaveri, nel 1921 per venderli l’11 novembre di quell’anno.
Vennero venduti tutti quasi immediatamente e con la loro vendita guadagnarono  più di £106,000, che venne usato per i veterani della prima guerra mondiale.
L’anno dopo  Major George Howson creò la Fabbrica di Papaveri per assumere i veterani rimasti invalidi durante la guerra. Oggi questa fabbrica produce milioni di papaveri ogni anno.
La domanda di papaveri in Inghilterra fu talmente alta che in Scozia non ne arrivarono abbastanza, così la moglie di Douglas Haig (un generale britannico) creò la Lady Haig Poppy Factory ad Edimburgo nel 1926 per produrre papaveri solo ed esclusivamente per la Scozia. I papaveri di questa fabbrica si distinguevano dagli altri poiché avevano quattro petali e nessuna foglia a differenza degli altri. Ancora oggi vengono prodotti, a mano, più di 5 milioni di papaveri e sono distribuiti da Poppyscotland.

Nelle altre parti del mondo invece:

In Canada, Australia e Sud Africa non viene considerata una festa pubblica.

Canada

In Canada, ad esempio, viene considerata una festa federale, quindi solo per gli impiegati del governo federale, mentre per gli enti privati e per i governi provinciali dipende in base alla provincia. In alcune zone può essere considerata una festività pubblica in altre, come Quebec e Ontario no. Nelle scuole si tengono assemblee che affrontano questo tema e ad Ottawa, ad esempio, ci si riunisce intorno al Memoriale Nazionale di Guerra.

Sud Africa

In Sud Africa non è una festa pubblica e di solito si celebra la domenica successiva all’11 novembre. Anche qui il Last Post viene suonato da un trombettiere come in Regno Unito e Canada e si tengono due minuti di silenzio.

Australia

In Australia anche si celebra l’11 novembre nonostante non sia una festa pubblica. Alle 11 si tengono cerimonie di commemorazione e quando il Last Post termina si osserva un minuto di silenzio. Col tempo il Remembrance Day è stato quasi del tutto sostituito con l’ANZAC Day (25 aprile), una giornata in cui si commemora la guerra.

USA

In USA lo stesso giorno (cioè l’11 novembre) si celebra la Giornata dei Veterani, mentre il Remembrance Day corrisponde, in quanto a significato, più al Memorial Day, che si tiene a maggio. Sia negli Stati Uniti che in altre nazioni questo giorno era conosciuto come il Giorno dell’Armistizio, ma dopo la fine della seconda guerra mondiale prese quest’altro nome.

Germania

In Germania l’11 novembre inizia il carnevale tedesco, quindi ovviamente non è visto come il giorno adatto al Remembrance Day. Inoltre in Germania non c’è una profonda memoria della prima guerra mondiale. In ogni caso viene celebrato il Volkstrauertag due domeniche prima dell’avvento e mai in chiesa perché le due chiese tedesche più importanti hanno già un giorno stabilito per commemorare i morti (entrambe a novembre).

In alcuni posti del mondo piccole comunità inglesi o, più in generale, del Commonwealth si incontrano, osservano un minuto di silenzio e per tradizione si riuniscono per un pranzo a base di curry!

Conoscevate questa tradizione? Eravate a conoscenza di tutti questi paesi che celebrano la stessa cosa nello stesso giorno?

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *