United Kingdom

Halloween a Londra

Chi di voi si ricorda dell’articolo sul Samaín  che ho scritto l’anno scorso? Perfetto, io ho appena ricollegato che, essendo la Gran Bretagna un paese di origine celtica Halloween deriva proprio dal Samaín.

Faccio un breve riepilogo: i celti vivevano tra la Gran Bretagna, l’Irlanda e la Francia del nord (ma, come sappiamo, anche in Spain). Il Samaín era un festival di origine celtica, che segnava la fine dell’estate, del raccolto e l’inizio dell’inverno. Esso simboleggia il legame tra il mondo dei vivi e quello dei morti. I Celti credevano, inoltre, che durante la notte del 31 Ottobre i fantasmi dei loro cari tornassero sulla terra a fargli visita.
Successivamente la Gran Bretagna venne invasa dai romani e quindi da una nuova religione, quella cristiana. Con essa arrivarono anche tante feste religiose, tra cui la più importante di tutte è All Hallows Day, o All Saints Day (festa di ogni santi) dove si ricordavano i cari defunti.
Originariamente questa festa si celebrava il 13 maggio ma, durante l’8 secolo,
papa Gregorio fece spostare la data al primo novembre. Molti ritengono che lo avesse fatto con l’intento di assimilare il Samaín ad una festa ufficialmente riconosciuta dalla chiesa.

Da cosa deriva la parola Halloween?

Da questo momento nasce la parola Halloween. All’inizio era conosciuta come All-hallows-even, in seguito Hallow Eve, poi Hallowe’en e solo alla fine Halloween.
Secondo la tradizione durante la serata del 31 Ottobre si organizzano feste e giochi per bambini e si intagliano zucche che poi verranno posizionate vicino alle finestre per allontanare gli spiriti malvagi. L’attuale uso della zucca è abbastanza moderno, infatti all’inzio si usavano rape o altri tipi di ortaggi.

E Jack O’Lantern? Leggenda americana o no?

A quanto pare non è affatto una leggenda americana, bensì, questa tradizione, così come la pratica di intagliare zucche, sembra essere stata presa in prestito dall’Irlanda; tutto nasce dalla leggenda di Jack O’Lantern, un contadino che ingannò il diavolo intrappolandolo in un albero.
Jack decise di liberarlo solo se il Diavolo avesse promesso che Jack non sarebbe mai entrato nell’inferno. Quando Jack morì, però, non venne ammesso nel paradiso a causa dei suoi innumerevoli peccati e,
ovviamente, non neanche essere all’inferno a causa della promessa. Perciò Jack intagliò una delle sue rape e collocò una candela al suo interno e d’allora iniziò a vagare sulla terra cercando un posto dove poter riposare in pace.

A Londra come si vive l’Halloween?

Oltre a trovare alcuni costumi nei negozi o qualche addobbo nelle case e nei market non c’è assolutamente nulla. Ci sono tanti eventi, ma a Londra ci sono eventi per qualunque cosa! Si organizzano tante cose per bambini, ma finisce lì…Io però ho fatto una piccola ricerca e ho trovato i luoghi più inquietanti e infestati di Londra!

Per chi non ama le cose eccessivamente terrorizzanti, ma ritengono che giusto un pizzico di inquietudine ci stia sempre bene possiamo iniziare dai pub, secondo Time Out ce ne sono alcuni infestati a Londra:

Pub infestati:

The Ten Bells, si trova a Spitafield. Il suo nome precedente era Jack the Ripper (Jack lo squartatore appunto!). Nel 1996 il padrone di questo pub ha supposto che esso sia infestato dallo spirito di Annie Chapman, una ragazza che, probabilmente, era stata lì poco prima di venire uccisa e mutilata da Jack, nel 1888. Lo staff parla della presenza di attività da parte di possibili poltergeist e inspiegabili folate di vento all’interno del locale.

The Flask finché non scopriamo la storia di questo antico pub, che si trova ad Highgate, non lo riterremmo mai inquietante, invece, sembra essere infestato non da uno, ma da ben due spiriti! A quanto pare una barista si è impiccata dove oggi ci sono i tavoli.  Inoltre, in giro per il locale, sembra essere stato avvistato anche lo spirito di un uomo vestito da cavaliere. Se proprio vogliamo aggiungere particolari inquietanti alla storia qui è stata anche eseguita una delle prime autopsie (quasi sicuramente illegale e su un corpo rubato dal vicino cimitero di Highate).

Old queen’s head un pub, che si trova ad Islington, e che, a quanto pare, è infestato dallo spirito di una donna e della sua bambina. Sembra che spesso si senta la bambina piangere o si sentano porte che sbattono, è stata anche vista correre su e giù per le scale e nel tentativo di far inciampare i clienti.

Altri posti infestati e riportati su Time Out sono:

  • Bleeding heart yard già solo il nome dice abbastanza! Sembra un posto carino se non fosse stato il teatro di una tragedia. La leggenda, infatti, narra che il 27 gennaio del 1626 venne ritrovato in questo cortile il corpo di Lady Elizabeth Hatton, è stata uccisa, ma i suoi arti sono stati ritrovati sparpagliati lungo tutta la piazza… mentre il suo cuore pompava ancora sangue.
  • Avete presente il bellissimo Hyde Park invece? Beh al suo interno possiamo trovare specie di cimitero risalente agli anni ’80 dell’800. A volte apre al pubblico e vengo organizzati dei tour guidati. Questo cimitero, a differenza degli altri che possiamo trovare ovunque, contiene i resti di oltre 300 animali. Moltissimi di essi si trovano in tombe segnalate da piccole lapidi. Inoltre questo cimitero si trova non troppo lontano da Tyburn, un posto dove sono state giustiziate centinaia di persone durante i secoli.
  • Parkland walk spriggan è una linea ferroviaria abbandonata che va da Finsbury Park ad Alexandra Palace, niente di inquietante se non fosse che nella parte che passa per Crouch End sembra esserci uno spirito “spriggan” (dalla mitologia celtica) che compare all’improvviso e che è sempre pronto a spaventare i poveri malcapitati.
  • Bruce castle museum, il castello di Tottenham dove sembra che, durante le cupe notti di novembre, si possa scorgere la sagoma spettrale di Lady Constantia Lucy fissarci attraverso i vetri della finestra. Lady Lucy si uccise gettandosi dal balcone del castello, durante il diciassettesimo secolo e portando suo figlio con lei. Sicuramente il fatto che il marito la teneva segregata in una stanzetta probabilmente non ha aiutato molto. Il castello, comunque, ospita anche un piccolo museo dove si possono vedere archivi fotografici e documenti riguardanti la loro storia.
  • Old operating theatrical museum…beh, non è detto che questa sala operatoria sia necessariamente infestata, ma tenete conto che qui si effettuavano moltissime operazioni e che l’anestesia fu inventata solo nel 1846 e soprattutto che questo posto esiste da molto prima di questa data! Infatti molti pazienti, malgrado le migliori intenzioni dei medici, morirono. Inoltre è la più antica sala operatoria ancora esistente in Europa!

  • City of London Cemetery and Crematorium dal 1970 le persone del posto si sono accorte di una luce arancione brillante proveniente da una delle lapidi nella sezione orientale del cimitero che si trova a Wanstead. Sono stati fatti vari tentativi per scoprire la fonte luminosa, ma a quanto pare non c’è niente da cui provenga la luce. 

  • All’interno della stazione di Bethnal Green morirono 200 persone. Molti abitanti della zona si erano rifugiati lì durante i bombardamenti, ma morirono a causa del sovraffollamento. Molti addetti ai lavori affermano di sentire costanti lamenti e urla disperate quando sulla banchina non c’è nessuno.
  • Come possiamo lasciare da parte la Torre di Londra, il teatro di innumerevoli esecuzioni? Infatti non lo facciamo, ma elenchiamo subito alcuni dei personaggi più conosciuti che potrebbero infestare questo luogo Anna Bolena, la Dama Bianca ed ovviamente i Principi della Torre, figli di Edoardo IV. 
  • Il cimitero di Highgate, ho accennato a questo prima, parlando dei pub. In questo inquietantissimo cimitero potrete trovare tutti gli ingredienti necessari per creare un luogo inquietante. Orribili lapidi e statue di angeli senza testa il tutto contornato da una meravigliosa e rigogliosa vegetazione che invade praticamente tutto!

Ma gli eventi?

Per tutti gli appassionati di cinema non potete non conoscere il famosissimo cinema Prince Charles a Leicester Square. Dove vengono organizzati spettacoli a tema per ogni ricorrenza: San Valentino, Natale e ovviamente Halloween. Quindi dal 23 al 31 Ottobre, ci sarà l’Horroctober, quasi ogni giorno, potrete trovare film come Shining, l’Esorcista, La Casa e tutti i migliori horror del cinema.

  • Dal 23 al 26 Ottobre, al prezzo di 13£ al Rivoli Ballroom, una delle ultime sale da ballo nelle vicinanze, potrete trovare una specie di festival del film, con infinite quantità di pop corn, gelato, hot dog, vino, birra and sidro. Potete scegliere tra tantissimi film come, ad esempio: Scary Movie, Halloween, Rocky Horror Picture Show e Shining ecc… 
  •  Il 26 al Greenwich market potrete trovare questo fantastico festival, lo Spooktacular Halloween Day. Ci saranno sfilate, truccatori che realizzeranno fantastici make up a tema e l’incisione delle zucche…inoltre ci saranno due mostre canine! Una sarà semplicemente una sfilata di “moda” con The Dog Society, mentre la seconda sarà un fantastico show dove i cani si sfideranno per ricevere il premio per il miglior travestimento e il premio, secondo me, più divertente per il cane più simile al proprio padrone. 
  • Il 26 e il 27 all’Horniam museum potrete passare una giornata un po’ diversa dal solito: i bambini possono travestirsi e andare alla ricerca di bestie terrificanti all’interno della Wild Fangs cave, mentre gli adulti, streghe o maghi che siano, potranno andare tranquillamente alla ricerca di mercatini dell’artigianato per provare i tantissimi cibi e le diverse bevande che ci sono 
  • Sabato 27, invece, nei pressi del Globe Theatre Vanessa Woolf racconterà una raccolta di storie terrificanti e magiche provenienti da tutte le parti del mondo. Potrete scoprire il folklore dell’antico Egitto, dell’Irlanda e dell’Europa centrale al Terrifying Tales for Enchanted Nights
  • Proprio il 31 Ottobre, invece, all’Hampton Court Palace, che è strapieno di storie sul paranormale quale miglior giorno per ascoltarle se non ad Halloween? Tra filmati inquietanti e appartamenti infestati da un’infermiera reale dei Tudors! 

Penso già che questo articolo sia eccessivamente lungo ed è anche uscito in ritardo, quindi,  vi metto tutti gli ulteriori eventi che ritengo interessanti here and here, dateci un’occhiata e fatemi sapere se vi interessa qualcosa e se parteciperete a qualcuno di essi.
Io vorrei andare all’Horniam Museum e forse a Greenwich.

5 commenti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *